La storia

Amapola è stata fondata nel 2002 da tre organizzazioni - Centro di Iniziativa per l’Europa del Piemonte, CICSENE e Gruppo Abele - per affrontare un ambito nuovo delle politiche urbane: quello della sicurezza delle città e dei cittadini.

I tre enti hanno messo a disposizione di Amapola alcuni operatori con competenze nel campo della rigenerazione urbana, dei servizi contro l’esclusione sociale e della gestione dei conflitti, delle politiche europee per la sicurezza e degli interventi per l’immigrazione.

Nel 2008 si è trasformata in associazione di persone, costituita da tutti coloro che negli anni avevano collaborato stabilmente con essa.

Da allora a oggi Amapola si è rinnovata nelle attività e nella struttura. Pur continuando a occuparsi di sicurezza urbana, ha allargato il suo campo di azione ad altri temi quali la promozione dei diritti delle persone, la legalità, la vivibilità negli spazi urbani, la coesione sociale, lo sviluppo locale e la partecipazione cittadina.

Per offrire un approccio trasversale e multidisciplinare, il gruppo di lavoro è composto da persone con esperienze e competenze professionali in ambiti che vanno dalla rigenerazione urbana agli interventi per l'inclusione sociale, dall'impegno per la legalità all'integrazione delle persone migranti. Ad esso si affiancano collaboratori, esperti e tecnici per la realizzazione di specifici progetti